Cookie Consent by PrivacyPolicies.com
In Palermo Today.com
PortuguêsDeutschFrançaisEspañolEnglishItaliano
InPalermoToday.com
PortuguêsDeutschFrançaisEspañolEnglishItaliano



Mostra Anna Maria Tosini al Riso di Palermo

La Mostra Anna Maria Tosini in corso al Riso di Palermo: gli orari, i periodi, il costo dei biglietti e le opere, la sede espositiva.

Mostra Anna Maria Tosini Palermo
Anna Maria Tosini. Carte dell'Anima - Polo d'Arte Contemporanea, Cappella dell’Incoronazione, Via Incoronazione, 13 - Palermo

Mostra in corso dal 6 ottobre al 15 novembre 2023

Il Riso presenta alla Cappella dell’Incoronazione la mostra Annamaria Tosini. Carte dell’anima. Vanno in mostra circa trenta sculture di carta dell’artista, da alcune di grande formato a quelle più piccole. La mostra è corredata dalle immagini del fotografo svizzero Urs Bosshard realizzate durante l’ultima mostra del 2022, che ha visto la presenza delle opere di Anna Maria Tosini al Musée Visionnaire di Zurigo e dal video “Annamaria” regia di Marco Gambino.

Comunicato stampa della mostra Anna Maria Tosini

Nella Cappella dell’Incoronazione, il Museo regionale d’Arte Moderna e Contemporanea Riso, in collaborazione con la Fondazione Orestiadi di Gibellina, presenta la mostra Annamaria Tosini. Carte dell’anima, finanziata dal Dipartimento dei Beni Culturali e Identità Siciliana, curata da Eva Di Stefano direttrice dell’Osservatorio Outsider Art.

Con questa mostra le due istituzioni proseguono una collaborazione di lunga data e confermano la necessità di una continua attività di ricerca sugli artisti e sui modi oggi di fare arte presentandone gli aspetti più evidenti e quelli meno eclatanti.

Annamaria Tosini (Palermo, 1930 – 2013), dotata di una esuberanza creativa che si esplicava nella quotidianità familiare e mondana, era nota per il mecenatismo in ambito musicale e per avere realizzato a Casteldaccia un giardino privato di notevole bellezza, “il giardino delle emozioni” pubblicato negli anni ’80 su varie riviste. Un rovescio di fortuna, il fallimento e poi la morte del marito, interrompe la sua vita brillante, provocando un crollo psichico. Nell’ultima fase della sua esistenza è costretta a vivere in una struttura assistenziale. Per resistere al disagio inizia da autodidatta a dare vita alle sue creazioni utilizzando ciò che trova. Centinaia di raffinate e precarie sculture in carta e altre materie di recupero, realizzate con una tecnica originale iniziarono a popolare la sua stanza.

Le sue opere sono state esposte solo dopo la sua morte: nel 2013 all’Orto Botanico di Palermo, nel 2016 nel Castello di Cles (Trento), nel 2017 a Parma, nel 2018 a Milano, nel 2021 presso la Fondazione Orestiadi (Gibellina); nel 2022 al Musée Visionnaire, Zurigo.

Sono in mostra circa trenta sculture di carta dell’artista, da alcune di grande formato a quelle più piccole. La mostra è corredata dalle immagini del fotografo svizzero Urs Bosshard realizzate durante l’ultima mostra del 2022, che ha visto la presenza delle opere di Anna Maria Tosini al Musée Visionnaire di Zurigo e dal video “Annamaria” regia di Marco Gambino.

La mostra è corredata da un quaderno in italiano e inglese a cura di Eva Di Stefano dove la stessa scrive:

….dagli anni 2000 Annamaria Tosini, per far fronte alla condizione esistenziale di sofferenza ed esclusione nella struttura in cui è ricoverata, inizia a realizzare opere in cui riversa le proprie fantasie, i propri ricordi e le impressioni suscitate dall’ascolto della musica che accompagna le sue giornate. Accartocciando, assemblando, incollando i poveri materiali che riesce a recuperare e riciclare: veline colorate, carta da sarto, carta da pacchi, carta stagnola, tovaglioli e fazzoletti, cartoni vari, pezzi di spago, nastri, fili di lana, frammenti di tessuto, vecchie mutande o vecchi foulard, sacchetti di plastica, piume di uccello, bucce essiccate, foglie etc. Con l’aggiunta di qualche tocco di colore a tempera, l’abilità delle sue mani, uno stile inconfondibile, l’artista plasma e trasforma quelle povere cose in creazioni fragili e preziose, delicate come porcellana, vulnerabili come la sua anima in pena. Nella precarietà dei materiali si riflette la precarietà dell’esistenza, ma anche la capacità trasformativa di uno spirito indomito, appassionato e libero nonostante le circostanze.

(Eva Di Stefano).

Informazioni utili per la visita

Orari: da martedì a sabato dalle 9.00 alle 18.30; domenica e festivi dalle 9.00 alle 13.00.
Biglietti: intero € 6; ridotto del 50% per i cittadini dell'Unione europea di età compresa tra i 18 e i 25 anni. Gratuito fino a 18 anni.
Telefono: +39.091/587717 - +39.091/320532
E-mail: poloartemoderna.pa@regione.sicilia.it
Sito web: Polo d'Arte Contemporanea

Contatti - Progetto In Italy Today - Politica sulla riservatezza - Cookie Policy

In Palermo Today è aggiornato ogni giorno

© In Palermo Today
Tutti i diritti riservati